Associazione Scout Giungla Silente

I nostri orari

Lun – Ven : 8:00 – 18:00
Sab – Dom : Chiusi

l

Iscriviti al gruppo

a

News, eventi e molto altro

scopri tutte le novità sul nostro universo scautistico

GRUPPO SCOUT “PASSIGNANO 1”

da | Gen 7, 2022

Questa modesta paginetta, non si vuole assolutamente sostituire alla “Brevissima Storia dello Scoutismo a Passignano” che è la storiografia ufficiale del Gruppo Scout di Passignano sul Trasimeno

GRUPPO SCOUT “PASSIGNANO 1” DI PASSIGNANO SUL TRASIMENO (PG)… LO SCOUTISMO NEL TRASIMENO

Foto del Gruppo Scout di Passignano sul Trasimeno nel 1949. Se andate con il puntatore del mouse sopra la foto, apparirà la foto del Riparto del Gruppo Scout di Passignano nel 1993. Per vedere le foto ingrandite: cliccare qui per il 1949; cliccare qui per il 1993!

Il Trasimeno ha una tradizione scout “antichissima”, proprio grazie al Gruppo Scout di Passignano, denominato da sempre “Passignano 1°”. Gli inizi risalgono all’immediato dopoguerra del secondo conflitto mondiale, come testimonia anche la fotografia di cui sopra. Oltre a Passignano, si ebbero sporadici tentativi di costituzione di gruppi scouts a Magione (Pg), località a circa cinque chilometri da Passignano e a Castiglione del Lago (Pg), dall’altra sponda del Lago Trasimeno… Entrambi i tentativi, però, fallirono. Passignano fu quindi l’unico barlume di scoutismo per lunghissimo tempo, quando ancora, anche in Umbria, si contavano iin una mano altri gruppi scouts! La storia dello Scoutismo a Passignano è molto lunga e travagliata e questo sunto non vuole assolutamente sostituirsi alla “brevissima storia dello scoutismo a Passignano” scritta da Lupo Grigio, che, in un centinaio di pagine riccamente illustrate può meglio dissetare la voglia di conoscerne gli accadimenti in maniera particolareggiata. Anche la “Giungla Silente proviene da quel gruppo scout”, tuttora esistente. Se nell’immediato dopoguerra il Gruppo Scout di Passignano era diviso in due branche (esploratori e lupetti) completamente separate e addirittura con fazzolettoni di colore diverso, con l’avvento di capi preparati che avevano frequentato i campi scuola in A.S.C.I., esso si fuse in un unico corpo, dando vita, negli anni a seguire, ad un gruppo completo di tutte le branche, conosciuto fino a livelli del Nazionale e, per molti anni conseguentemente, sempre imbattuto agli annuali “San Giorgio”… Che essi fossero di distretto, regionali o addirittura di più largo respiro, il Gruppo di Passignano spiccava sempre per il suo elevato grado di preparazione tecnica e di stile! In Passignano, moltissimi passarono sotto la locale schiera gigliata, portando sempre in loro un fortissimo e bellissimo ricordo. Purtroppo, dopo anni di assidua attività, nei primi anni sessanta il gruppo si sciolse, anche in considerazione del fatto che il mondo del lavoro chiamava i più e i meno giovani lontano, oltre i confini nazionali, specialmente in Svizzera: nonostante tutto e nonostante i più di venti anni di scioglimento del Gruppo, i Capi non restarono mai inattivi, dando vita a riunioni e rimpatriate per poter fare il punto della situazione e per poter vedere quando e come si sarebbe potuto riorganizzare lo storico Gruppo… Nel frattempo, nel 1974, l’A.S.C.I. entrava in una crisi storica e dopo un vero e proprio terremoto nel panorama scout italiano, essa si fuse con l’A.G.I., dando vita all’A.G.E.S.C.I. Verso i primi anni dell’80, alcuni giovani rovers che non riuscivano più ad aspettare il momento buono, cercarono di riaprire il Gruppo Scout, ma, nonostante contatti con il locale parroco e con vecchi capi scouts, il tentativo si risolse in una bolla di sapone: i tempi non erano ancora maturi, anche se si cominciava ad intravedere un certo fermento. Nel 1985, infatti, i vecchi Capi Scouts di questo glorioso e storico gruppo si contarono, decisero che era giunta l’ora e ricontattarono quei giovani rovers e dopo un anno di estenuanti preparativi (sede, tende, materiali, programmi e quant’altro), finalmente si aprirono le iscrizioni! Era il 1986 ed in poche settimane, con poche attività, il Gruppo si infoltì di un centinaio di unità, tra Lupetti, Coccinelle, Esploratori, Guide, rovers in Servizio, Capi e genitori a disposizione! Fu il successo: a metà Maggio del 1987, presso la pineta dei “Cappuccini”, sovrastante Passignano, fu data vita alla cerimonia della Promessa, che, nei vecchi capi, rievocò vecchie emozioni! La decisione, allora, fu quella di aderire all’AG.E.S.C.I. Da allora, furono attività, campi, fuochi di bivacco e riunioni ininterrotte, fino a che, tra il 1993 ed il 1994, La Comunità Capi decise, per motivi diversi, di transitare sotto le schiere dell’F.S.E., Associazione in cui tuttora il Gruppo milita e nel cui seno si sono brevettati diversi Capi Scouts. Grande merito del Gruppo Scout di Passignano è stato quello di creare una realtà scout nella vicina località di Magione: infatti, una piccola aliquota di Capi si staccò dal Consiglio di Gruppo per dare vita a quello che ora è un rigoglioso gruppo. Si può quindi affermare che Passignano è stato il motore e l’impulso dello Scoutismo nel Trasimeno! Attualmente, il Gruppo Scout di Passignano, battezzato nel 1999 “Passignano 1°-Flavio Lazzeroni”, in onore di un bravo caposquadriglia della squadriglia “Pantere”, tornato alla Casa del Padre nel 1989, conta circa una quarantina di iscritti. Per meglio conoscere la storia dello Scoutismo a Passignano, richiedete QUI la copia, o delucidazioni in merito.

News ed appuntamenti

Ottobre 2022
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31