Associazione Scout Giungla Silente

I nostri orari

Lun – Ven : 8:00 – 18:00
Sab – Dom : Chiusi

l

Iscriviti al gruppo

a

News, eventi e molto altro

scopri tutte le novità sul nostro universo scautistico

LA PAGA DI GIUDA

da | Gen 7, 2022


LA PAGA DI GIUDA

di Capovaccaio Burbero

Aristotele il saggio, venne un giorno fermato da una persona, la quale così esordì al suo cospetto: “Aristotele, debbo dirti una cosa di assoluta importanza e che riguarda il tuo migliore amico…” Aristotele allora rispose: “prima che tu mi dica questa cosa, mi devi rispondere a tre domande, dopodichè potrai informarmi in merito”. La persona accettò incuriosita. Aristotele quindi cominciò a porre la prima domanda: ” Sei del tutto sicuro della notizia che mi stai per fornire o me la riporti per il solo sentito dire?” La persona rispose: “Effettivamente l’ho sentita dire, ma non sono sicuro che ciò sia vero” “Quindi – aggiunse Aristotele – staresti per informarmi di una cosa che riguarda il mio migliore amico che hai solo sentito dire, ma della cui veridicità non sei sicuro”. Seconda domanda: ” Questa notizia che vorresti darmi, pensi che può essere di qualche utilità per me? E mi potrebbe nuocere?” La persona: “Forse effettivamente credo che non ti sia di utilità, ma anzi che possa nuocerti” “Quindi . aggiunse Aristotele – staresti per dirmi una cosa di cui non sei sicuro, per sentita dire e che non solo è di dubbia utilità ma mi può nuocere”. Terza domanda: “Mi vuoi portare questa notizia in totale disinteresse o vi poni qualche interesse o rancore tuo nei miei confronti o nei confronti del mio migliore amico?” La persona rispose: “effettivamente te la riporto per mala lingua” “Quindi – aggiunse Aristotele – tu mi stai per riportare una notizia che non solo non è sicura, che è tramandata per sentito dire, che mi può nuocere ed è dettata da mala lingua. Vai in pace, non voglio sapere nulla da te!”

Troppo spesso accade che si rovinino amicizie o rapporti per il mero sentito dire, per le malelingue, perchè magari si è sentito dire qualcosa e non si vuol sentire la “seconda campana”. Troppi faziosismi, troppo rancore sopito: è troppo comodo togliere la parola al fratello senza un diretto confronto, civile ed illuminato basato su fatti e fonti di prova (e buonsenso). Nello scoutismo in particolar modo, mondo in cui parliamo di fratellanza, questo discorso vale due volte perchè, per il tipo di esperienza di vita particolarmente forte, siamo più soggetti a questo tipo di “equivoci” Perchè diciamo questo? Meditiamo, gente…. Meditiamo!

 

L’ARTICOLO PUO’ ESSERE COMMENTATO NEL POST CHE SI TROVA IN BLOGSILENTE

 

News ed appuntamenti

Gennaio: 2022
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31